• Editoriali
  • GMG di Cracovia: una possibilità per tutti i giovani

Quaresima: tempo di riconciliazione

Carissimi,
siamo nel pieno del periodo quaresimale, un tempo ricco e profondo che ci porta a scoprire il senso della Salvezza e giorno dopo giorno ci accompagna verso il culmine e il centro dell'Anno liturgico, verso il Triduo Pasquale. 
La Quaresima inserita in questo anno giubilare, come scrive Papa Francesco, è "un tempo favorevole per poter finalmente uscire dalla propria alienazione esistenziale grazie all’ascolto della Parola e alle opere di misericordia".
In questi 40 giorni si segue l'esempio di Cristo nel suo ritiro nel deserto, ci si prepara per la celebrazione delle solennità pasquali, con la purificazione del cuore ed una conversione profonda ed autentica.
Convertirsi significa riconciliarsi con Dio allontanandosi dal male in modo da poter  ristabilire l'amicizia e un solido legame con il Creatore. Quest'opera ovviamente implica il pentimento sincero, nel profondo del proprio cuore.
Proprio Gesù ci offre la possibilità di riconciliarsi con se stesso grazie al Sacramento della Confessione di tutti i nostri peccati, guarendo così dalla tristezza e aprendosi alla gioia di vivere.
Nella sua infinita bontà, Dio, attraverso Gesù, ha dato il compito ai dodici apostoli e ai loro successori e collaboratori, i vescovi e i preti, di perdonare i peccati e di guarire spiritualmente le persone.
Sfruttiamo questo tempo di quaresima per guarire dalle oppressioni e crescere nella Fede!

Il servizio Diocesano di Pastorale Giovanile