MISSIONE Giovani 2016

Perchè una missione diocesana?

Il 2016 sarà un anno molto particolare per i giovani genovesi.
Nel corso dell’estate si svolgerà Cracovia la Giornata Mondiale della Gioventù e nell’autunno a Genova si terrà il XXVI Congresso Eucaristico Nazionale dal titolo L’Eucarestia sorgente della missione” che, molto probabilmente, vedrà la presenza del Santo Padre nella nostra città.
La Pastorale Giovanile, in unione con la Consulta Diocesana e con l’Arcivescovo, ha deciso di dare inizio ad una Missione diocesana dei giovani ai giovani partendo proprio dal 2016. Ma perché una missione?
Da molti anni si parla della necessità di una conversione pastorale in chiave più missionaria. Il Cardinale ne parla diffusamente nella Lettera per la conclusione della visita pastorale che è stata pubblicata nell’avvento del 2014.
Molti giovani, come ben sappiamo, si allontanano dalla Chiesa anche perché vittime di una cultura inquinata e ideologica; tuttavia, in loro abita un forte desiderio di felicità e di verità.
Tutti i giovani hanno il diritto di ascoltare un invito appassionato e gioioso a conoscere e a seguire Gesù; a questo diritto corrisponde il dovere della Comunità Cristiana di far conoscere il Signore a tutti.
La proposta di Gesù ai giovani è una proposta di gioia, è la risposta al bisogno di felicità che abita nel cuore di ogni ragazzo.
Come immagine per la missione potremmo usare l’incontro di Gesù con il Giovane Ricco; in questo episodio evangelico il desiderio di felicità del giovane, “Maestro buono, cosa devo fare per ottenere la vita eterna?”, trova in Gesù la risposta: “Se vuoi essere perfetto, vendi tutto e Seguimi!”.
Il cuore della missione sarà pertanto la persona di Gesù, il maestro buono e affidabile a cui i giovani possono rivolgersi, scoprendo che la presenza dello Spirito Santo in noi, sorgente della vita di Grazia, trasforma e rinnova la vita dei giovani.
Il “Seguimi” di Gesù condurrà alla vita della Chiesa dove Gesù abita: “Venite e Vedrete”.
Lo stile della missione deve essere innanzitutto uno stile di Comunione, di amore fraterno, di disponibilità a rinunciare a qualcosa di mio, di morire a me stesso per far prevalere il camminare insieme agli altri; questo amore vissuto e testimoniato sarà il miracolo che renderà lo Spirito Santo (confrontasi le parole del Cardinale Bagnasco alla Veglia di Pentecoste 2014).
I giovani, protagonisti e destinatari della missione, sono quelli dai 14 anni fino ai 30-35enni, in particolare coloro che hanno già ricevuto la Santa Cresima; la grazia dello Spirito Santo ricevuta durante la Confermazione sarà la forza principale che sosterrà tutta la missione.

Programma della Missione

  • 2014-2015 Anno della Sensibilizzazione: si raccolgono le idee per gli anni futuri, ricercando anche i giovani o i gruppi di giovani che si vogliono impegnare in modo particolare per la Missione.
  • 2015-2016 Anno della Preparazione dei missionari attraverso incontri di formazione e di comunione
  • Maggio 2016 Evento diocesano preparatorio
  • Luglio 2016 GMG a Cracovia
  • Settembre 2016 Congresso Eucaristico Nazionale a Genova
  • 2016-2017 Anno dell’Annuncio
  • 2017 in poi si vedrà cosa nascerà, con l’aiuto dello Spirito Santo…

Papa Francesco ci raccomanda di essere una “chiesa in uscita”, il Cardinale ci raccomanda che per essere una “chiesa in uscita” è necessario “stare dentro” al cuore di Gesù; per questo motivo anche quest’anno vogliamo invitare i singoli giovani e i gruppi a uscire fisicamente dalle loro sedi, a fare attività in piazza, di piazza, a partecipare agli eventi organizzati da altri, dialogare insieme gli altri, essere propositivi nella vita di tutti i giorni, impegnandosi contemporaneamente nella vita spirituale, semplice, profonda , fedele ed ordinata, sostenuta dal sacramento della Riconciliazione e dell’Eucarestia.

La maglietta e il Logo

magliette genova2016Per “Genova 2016” abbiamo preparato una maglietta, disponibile in varie taglie e colori, presso il nostro centro a 3,50€. Sarebbe bello che tutti i giovani di Genova l’avessero e la indossassero in occasioni importanti della nostra diocesi.

Chi volesse presentarci un possibile logo da utilizzare durante la missione, può mandarci una e-mail con la propria proposta che verrà valutata.

 

 

 

Anno 2015-2016: la formazione dei missionari

Sono invitati ad essere missionari tutti i ragazzi, gli adolescenti e i giovani che hanno ricevuto la Cresima.

La raccolta dei nominativi delle persone disponibili è affidata ai Vicariati e, per le realtà diocesane, movimenti associazioni, gruppi, che non fanno riferimento a un vicariato, alla segreteria diocesana della pastorale giovanile. Per segnalare la propria disponibilità potete anche scrivere una mail al seguente indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Il Cammino è finalizzato prima di tutto a creare entusiasmo, spirito missionario, fare le cose di sempre con uno spirito missionario ed alla progettazione della missione 2016-2017.

Vanno inoltre coinvolti in modo adeguato i monasteri di clausura e le comunità religiose che si trovano nel territorio diocesano.

Come avviene la formazione?

 La formazione avrà sia una dimensione personale che prevede un minimo impegno quotidiano da parte dei missionari, sia un impegno comunitario con appuntamenti comunitari che si terranno ogni mese dall'autunno del 2015 fino al momento conclusivo di giugno 2016, prima della GMG di Cracovia.

L’Anno della Formazione vorrebbe essere un aiuto per rilanciare gli itinerari dei ragazzi, degli adolescenti, dei giovani nei nostri vicariati; proprio per questo, sarebbe bello che i missionari dello stesso vicariato potessero vedersi in modo autonomo nel vicariato.

Dimensione personale (quotidiana)

A tutti i missionari sarà chiesto un impegno quotidiano di preghiera personale, possibilmente con la partecipazione all’Eucarestia quotidiana (“L’Eucarestia sorgente della missione”), la Confessione mensile, la meditazione di brani tratti dalla Parola di Dio.

Dimensione comunitaria (mensile)

Il Cammino comunitario dei missionari avrà cadenza mensile e si terrà nella Chiesa di Santa Maria di Castello, il luogo dove si è formata la prima comunità genovese, la domenica pomeriggio/sera dalle 17.30 alle 20

Sarà un momento:

  1. di conoscenza, di gioia nella condivisione della propria esperienza di incontro con Gesù nella propria vita
  2. di preghiera
  3. di formazione su alcuni temi
  4. di verifica su eventuali esperienze di missione tentate durante il mese

Per non moltiplicare gli impegni, nei mesi con eventi diocesani gli incontri mensili per i missionari si terranno prima dell’evento diocesano e saranno più brevi ed incentrati sulla condivisione, lasciando il momento di preghiera insieme alla Diocesi.

Le date degli incontri mensili saranno le seguenti:

  1. sabato 26 settembre 2015 ore 21 Chiesa di San Siro nel Centro Storico (Momento iniziale di formazione dei Missionari insieme all’incontro educatori)
  2. domenica 8 novembre 2015 ore 17.30 Santa Maria di Castello
  3. sabato 28 novembre 2015 Incontro breve ore 18 - 21 prima dell’incontro in cattedrale di Inizio dell’Anno Liturgico (in sostituzione del mese di dicembre)
  4. da venerdi 1 a domenica 3 gennaio 2016 Incontro prolungato a Camaldoli
  5. domenica 7 Febbraio 2016 ore 17.30 Santa Maria di Castello
  6. sabato 19 Marzo 2016 Incontro breve ore 18-21 prima di PasquaGiovani a Santa Maria di Castello. Tema :"Dio, il padre"
  7. domenica 17 Aprile 2016 ore 17.30 Santa Maria di Castello. Tema: "Gesù, il figlio" - inizio progettazione per anno successivo
  8. sabato 14 Maggio 2016 Incontro breve ore 18-21 prima della Veglia di Pentecoste al Santuario di N.S. della Guardia. Tema: "Lo spirito Santo e la Chiesa"
  9. sabato 28 maggio 2016 ore 16 Piazza San Matteo. Tema: "L'Eucarestia, sorgente della missione". Segue partecipazione alla processione del Corpus Domini
  10. domenica 12 Giugno 2016 Momento conclusivo
  11. luglio 2016 Partecipazione alla GMG di Cracovia
Piccoli gruppi missionari

E’ nata l’idea di strutturare la formazione creando dei piccoli gruppi di missionari formati da un certo numero di missionari (circa 12) seguiti da due sacerdoti, un educatore, una consacrata, che saranno un punto di riferimento per i missionari. La composizione dei gruppi sarà mista, sia per sesso che per età anche se abbastanza omogenea. A questi gruppi potranno aggiungersi cammin facendo amici e compagni da coinvolgere. Ricordiamo che i gruppi serviranno solo per la formazione; durante la missione vera e propria i singoli missionari potrebbero essere accoppiati in modo diverso.

Incontri settimanali liberi - Chiesa aperta

Per la Formazione dei volontari, oltre agli incontri mensili, si terrà un momento settimanale di preghiera libero, aperto a tutti coloro che desiderano pregare per la Missione. A tale scopo la Chiesa di San Matteo sarà aperta ogni venerdi sera dalle 21 alle 23.30 a partire dal 13 novembre 2015. La struttura di questi incontri del venerdi sera è la seguente:

  • Preghiera, Adorazione e Confessioni
  • Condivisione sulle letture della domenica successiva
  • Risposte a domande
  • Lettura di un brano su un tema di attualità
  • Catechesi dialogata

Gli incontri settimanali potrebbero essere gestiti direttamente dai piccoli gruppi missionari che si sono formati, con l'impegno di circa due volte a gruppo nel corso dell'inverno.

2016-2017: Anno della Missione

Sarebbe l’Anno della Missione “programmatica”, iniziando il 18 settembre 2016 dopo il Congresso Eucaristico Nazionale.

Cosa fare sarà deciso cammin facendo durante l’Anno della Formazione, in particolare durante la tre giorni ai Camaldoli.

Lo stile iniziale deve essere quello di:

  • Andare piuttosto che Far Venire
  • Partecipare piuttosto che Organizzare
  • Grande fiducia nella potenza della preghiera di Intercessione
  • Proporre la Sequela di Gesù come il cammino della gioia .

E’ importante frequentare luoghi nuovi, persone nuove; scuola, università, mondo dell’arte e della musica, dello sport, della devianza…

Gli insegnanti, i docenti, gli allenatori sportivi, gli assistenti sociali, vanno in un certo qual modo informati.

Dopo il 2017

L’obiettivo dovrebbe essere quello di rivitalizzare tutta la nostra pastorale giovanile in chiave più missionaria, più attenta a chi si è allontanato dalla chiesa, semplificando, operando secondo uno spirito di comunione, lasciando qualche segno concreto.

Contatti

Per qualsiasi maggiore informazione relativa alla Missione diocesana dei giovani e per comunicare la propria disponibilità ad essere missionari potete mandare una mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sussidi per la Missione

Per pensare e pregare sulla Missione, vi consigliamo di leggere:

  • Discorsi Missionari di Gesù
  • Lettera del Cardinale dopo la Visita Pastorale
  • Evangelii Gaudium capitolo 5